Premio ITALIA A TAVOLA 2012 risultati sondaggio

Sondaggio: Sonia Peronaci superstar con Oldani (cuochi) e Villa (sommelier)

107.308 i votanti totali: un record. Davide Oldani vince sul filo di lana la sfida fra cuochi con Ilario Vinciguerra. Più agevole la vittoria dI Adua Villa su Gianni De Bellis. Senza rivali la blogger di Giallo Zafferano che ha superato ogni precedente per voti raccolti in assoluto (18.816). Per garantire il risultato costantemente aumentati i livelli di sicurezza per stoppare tentativi di brogli. L’amplissima partecipazione ha portato a 10mila nuovi iscritti in un mese alla newsletter settimanale di Italia a Tavola

Nella sezione cuochi il Premio Italia a Tavola 2012 va a Davide Oldani (anche se idealmente sul podio con lui ci potrebbe stare pure Ilario Vinciguerra distaccato di soli 27 preferenze). Per gli opinion leader vera superstar è Sonia Peronaci che ha distaccato tutti gli altri candidati, mentre per Maître e sommelier ha vinto Adua Villa. Questo il risultato del sondaggio sul Personaggio dell’anno dell’enogastronomia e la ristorazione chiusosi alla mezzanotte del 13 gennaio con un record assoluto di votanti (107.308), a dimostrazione di come questo comparto sia nel cuore degli italiani e sia capace di suscitare interesse e partecipazione. Da sottolineare la vittoria di due donne, anche se in totale le quote rosa erano in minoranze in tutte e tre le sezioni. Determinante come è ormai la regola, la presenza sui social network e il sostegno di amici anche attraverso massicci invii di mail.

CUOCHI Davide Oldani, il lombardo ideatore della Cucina Pop e titolare del Do’ di Cornaredo (Mi), ha raggiunto la prima posizione nella categoria con un consenso graduale giorno dopo giorno e assicurato anche dal sostegno di molti blog e consigli al voto che si sono fatti sentire, soprattutto nella seconda parte del sondaggio. Con 9.303 preferenze ha migliorato il risultato della passata edizione (quando ne aveva avute 6.456 guadagnando la terza posizione), fermandosi a un passo dal risultato della vincitrice del 2011, Rosanna Marziale, che grazie al massiccio sostegno della Campania aveva avuto 9.655 preferenze su 52.123 votanti nella sezione cuochi.

Del resto quest’anno la diffusione delle preferenze dei 71.597 votanti per i Cuochi è stata mediamente più alta per tutti i candidati, tanto che Oldani ha vinto per soli 27 voti la “sfida” con Ilario Vinciguerra che partendo da zero (non era stato candidato nelle due precedenti edizioni) è stato in testa per molti giorni e a pochi minuti dalla conclusione era arrivato anche a ridurre a soli 16 voti la distanza da Oldani passato in testa solo negli ultimi gionri. Un consenso, quello di Vinciguerra, che è venuto da un po’ tutto il mondo. Terzo posto ad Alessandro Borghese.

OPINION LEADERSonia Peronaci, la regina dei fornelli, è stata letteralmente incornata tale dai suoi estimatori che attraverso Giallo Zafferano apprezzano le sue ricette. Con 18.816 preferenze ha letteralmente fatto saltare il banco, dimostrando da un lato la forza di Internet e dall’altro la scelta alternativa all’autoreferenzialità di molti operatori del settore. Nonostante le iniziali ottime affermazioni di personaggi come Carlo Raspollini o Valerio M. Visintin, alla fine non c’è stata storia per nessuno e la Peronaci ha fatto anche schizzare all’insù i votanti per la categoria, saliti a 74.888 contro i 52.777 del 2011. Anche questo un record, almeno come quello del numero di consensi espliciti dichiarati nei commenti. Superate anche le preferenze del recordman del 2011, Davide Paolini, il Gastronauta (13.899). Una spinta che ha lasciato al secondo posto Fede e Tinto, che bissano la posizione della passata edizione, ed al terzo una performante Fiammetta Fadda passata in un anno dall’8a alla 3a posizione.

MAÎTRE e SOMMELIER Adua Villa, la popolare sommelier spesso ospite in televisione, dopo avere strappato la guida della categoria al sommelier romano Gianni De Bellis, ha praticamente tenuto la testa della sezione vincendo con 8.259 voti sui 46.591 votanti. Sia Villa che De Bellis erano alla prima presenza in gara. Nella precedente edizione, Alessandro Scorsone aveva raggiunto il podio con 7.871 preferenze su 41.457 votanti. Dopo Alessandro De Bellis al terzo posto c’è un’altra donna, Livia Iaccarino, che con 4.918 ha migliorato la quinta posizione del 2011 (3.360 preferenze)

La “top 10” per categoria

Sezione Cuochi (71597 voti totali)
Sezione Opinion leader (74.888 voti totali
Sezione dei Maître e sommelier (46.591 voti totali)

L’incremento del numero dei votanti ha ovviamente portato ad una crescita della media giornaliera delle operazioni di voto, passando dalle poco meno di 2mila della precedente edizione a 2.190. E di ciò chiunque ha potuto averne conferma attraverso il quotidiano www.italiaatavola.net dove fin dall’inizio era possibile seguire l’andamento del sondaggio in tempo reale. In home page era fra l’altro presente un box con i risultati dei primi tre votati per ogni categoria.

La cerimonia di premiazione

Il prossimo appuntamento è a fine marzo: Firenze (grazie alla collaborazione delle istituzioni locali ) ospiterà anche quest’anno la cerimonia di consegna dei premi ai vincitori del sondaggio e di altri premi speciali. Un grande evento che sarà patrocinato dal Comune di Firenze e al quale saranno invitate le personalità di spicco del settore enogastronomia e ristorazione. L’evento sarà organizzata dalla testata Italia a Tavola congiuntamente a Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) Toscana e costituirà uno dei piú importanti momenti per valorizzare a livello nazionale la ristorazione come fattore di sviluppo per l’enogastronomia e il turismo del territorio.

Premio ITALIA A TAVOLA 2012 risultati sondaggio
Tagged on:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *