XVII festa rurale del Cevrin di Coazze – Terre Sapori e Vini

La notorietà del mercato dei funghi di Giaveno risale all’ 800 quando grazie alla posizione strategica della città i “boulajour” si recavano in paese per vendere i prelibati esemplari che trovavano in
abbondanza nei boschi della Val Sangone. Ma i funghi non sono le sole prelibatezze gastronomiche locali. A Coazze da 17 anni, a metà del mese di ottobre, si tiene la Festa rurale dei prodotti di qualità e delle tradizioni alpine, e il più famoso di questi è un formaggio che si produce negli alpeggi della zona, il Cevrin, che è anche diventato un presidio Slow Food e che si ottiene con latte di capra e di mucca, stagionato almeno due mesi in grotte o cantine aerate e fresche.

Il Cevrin è un formaggio a latte crudo, di forma cilindrica, con un peso che varia dagli 8 etti al chilo e 400. Per promuovere la festa del Cevrin l’ amministrazione comunale ha organizzato una visita ad una malga in alpeggio dove l’ azienda agricola di Giancarlo Lussiana porta in quota gli animali, una trentina di mucche e 130 capre, nei mesi estivi.

Di contorno. per valorizzare i prodotti agricoli del territorio, la giornata prevedeva una visita al panificio Calcagno, perché Giaveno fra le varie manifestazioni promuove ” La città del
pane buono”, dedicata alla cultura del pane e poi la presentazione della Patata di Montagna di Giaveno De.Co, con un convegno-incontro con la cultura peruviana.
Renato Girello

 

 

 

XVII festa rurale del Cevrin di Coazze – Terre Sapori e Vini
Tagged on:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *