Diario di Un Turista – Viaggio in Corsica

La Corsica, isola montuosa del Mediterraneo, comprende cittadine costiere alla moda, fitte foreste e montagne rocciose con percorsi escursionistici, in un paesaggio ancora selvaggio.

 

Il nostro viaggio inizia a Calvi  una grande cittadella medievale che si affaccia sul porto turistico all’estremità occidentale della baia, Qui troviamo una piccola mostra del secondo Reggimento della legione straniera.

 

La Corsica, molto frastagliata, offre alcuni grandi golfi e numerose calette più o meno accessibili. La meravigliosa Riserva di Scandola, ad esempio, è raggiungibile solo via mare pertanto decidiamo  di arrivarci  tramite una gita in battello appositamente organizzata.

Scandola è la perla della Corsica.

Creata nel 1975, questa riserva naturale protegge 900 ettari terrestri e 1000 ettari marini.

La sua origine vulcanica e l’erosione causata dall’acqua e dal vento offrono paesaggi mozzafiato, caratterizzati da falesie scoscese, insolite conformazioni rocciose rosse e calette completamente incontaminate.

In questo magnifico angolo di paradiso è facile scorgere nelle spaccature delle rocce i nidi dell’aquila pescatrice.

 

Navighiamo verso Ajaccio ed incontriamo Le Isole Sanguinarie, tre piccolissimi isolotti che si trovano nel Golfo dove la Grande Sanguinaire ospita una torre genovese.

il nome deriva dalle colorazioni che assumono al tramonto  che variano dall’arancio al rosso più cupo.

La Città di Ajaccio è la parte «centrale» dell’isola.

La regione di Ajaccio si trova infatti a metà strada tra Bonifacio all’estremità sud e Bastia nella parte settentrionale dell’isola.

Questa regione è molto conosciuta dai turisti, soprattutto per le sue innumerevoli spiagge di rara bellezza, ma anche per la storia della città di Ajaccio sotto il regno di Napoleone.

 

Decidiamo di raggiungere Sant Florent attraverso Il deserto des Agriates, una vasta zona naturale, spopolata e incontaminata. Al porto prendiamo un vero e proprio Taxi d’acqua e ci dirigiamo a Saleccia, una delle spiagge più belle e più selvagge della Corsica. La spiaggia della Saleccia è una spiaggia dai colori caraibici: azzurro intangibile con sfumature ghiaccio in tutte le gradazioni, fino al blu profondo  e bianco talco della sabbia. Un quadro verde smeraldo che incornicia una situazione perfetta e davvero paradisiaca.

 

Ma la Corsica offre anche altre spiagge perle di bellezza come Bodri dove, per gli appassionati, si possono praticare anche molti sport come il parapendio.

 

È ora di tornare, ma di certo non dimenticheremo lo spettacolo che la natura incontaminata ci ha regalato

In questo breve viaggio

Diario di Un Turista – Viaggio in Corsica
Tags:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.