Wine To Magic

WineTOMagic

Per la sua 48 esima edizione il congresso nazionale dell’ Associazione Italiana Sommelier è ritornato a Torino, che gia’ aveva ospitato la manifestazione per 2 volte in passato. Una tre giorni che ha visto impegnati oltre 180 iscritti, e quasi 6 mesi di lavoro, per la perfetta riuscita di tutti gli eventi collaterali messi in campo dalla presidenza regionale A.I.S.del Piemonte di Fabio Gallo, con la collaborazione della delegazione di Torino, retta da Mauro Carosso. E così nella manifestazione è stato coinvolto tutto il centro storico di Torino con i suoi palazzi piu’ prestigiosi, dal teatro Carignano al Palazzo Carignano, poi il Palazzo reale e Palazzo Barolo. Nell’ ordine i vari delegati, e gli associati, giunti da tutta Italia, hanno potuto assistere alla presentazione delle nuove MeGa, le Menzioni geografiche aggiuntive di Barolo e Barbaresco, ad una degustazione guidata di grandi annate di Barolo e Barbaresco, ad un omaggio ai grandi terroir: Bordeaux e Borgogna. Inoltre, per 2 pomeriggi, alla grande degustazione di 160 produttori di Barolo, Barbaresco, Roero, Alto Piemonte e Nizza. Come finale a ” In bianco”, una degustazione di grandi vini bianchi italiani ed europei, ma anche alla decima edizione del Premio Nebbiolo Master, trofeo nazionale fra i sommelier per premiare chi meglio sa riconoscere le diverse anime del Nebbiolo ed i migliori abbinamenti con i diversi piatti proposti, di volta in volta, dalla giuria. A corollario di tutto questo c’è stata anche la presentazione di Anteprima vendemmia del Piemonte, con i dati definitivi di una stagione viti-vinicola che, pur con una produzione in calo come quantita’, si è rivelata meno negativa delle pessimistiche previsioni estive.
Renato Girello.

Wine-To-Magic-a-Torino-

Wine To Magic
Tagged on:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *