Ais Erbaluce di Caluso

Con oltre un milione e mezzo di bottiglie prodotte nel 2013 l’ Erbaluce di Caluso si conferma il vino che maggiormente rappresenta la viticoltura torinese. Cifre che denunciano un aumento della superficie vitata ed un incremento della produzione dopo un paio di anni problematici a causa delle avverse condizioni atmosferiche. Questi dati sono stati presentati nella nuova sede torinese dell’ AIS, Associazione italiana sommelier, da Confagricoltura Torino, con la collaborazione della Camera di Commercio del capoluogo. Prima iniziativa del programma di promozione 2014 che Confagricoltura intende portare avanti per valorizzare le aziende che aderiscono all’ associazione e promuovere, con l’ AIS, i vini del territorio. In particolare proprio l’ Erbaluce che oltre ad essere un vino autoctono vanta la possibilita’ di essere vinificato nelle tre tipologie: fermo, spumante e passito.
Renato Girello

Ais Erbaluce di Caluso
Tagged on:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *